Come mettere le lenti a contatto: consigli utili

Lenti a contatto, maneggiare con cura

 

Le lenti a contatto sono un validissimo ausilio per la visione, e al contempo anche un supporto estetico non indifferente, permettendo una visione migliore e più estesa rispetto agli occhiali.

Sono state studiate e migliorate nel tempo al punto da offrire sempre migliori soluzioni per il maggior numero di persone.

Ciò che è importante è averne cura anche quando si tratta di lenti usa e getta, in quanto sono molto morbide e richiedono un’attenzione nemmeno troppo eccessiva in fatto di igiene e trattamento.

Importante è infatti non sciacquarle mai con acqua di rubinetto ma sempre con le soluzioni apposite, le uniche in grado di non alterare la composizione.

 

Mettere le lenti a contatto, un gioco da ragazzi

 

Consigliutili su come mettere le lenti a contattoMolti ottici contemporaneamente alla vendita della prima confezione di lenti a contatto offrono la possibilità di sperimentare con loro come metterle e fare un po’ di pratica.

 

All’inizio può sembrare difficile ma è solo questione di allenamento e abitudine, dopo poche volte si fa con molta facilità.

Ecco come procedere: lavare bene le mani, magari con un sapone neutro, e sciacquare bene in modo da non lasciare residui, poi asciugare bene e assicurarsi che sulle dita non restino pelucchi di alcun tipo.

 

Tutto ciò che resta nelle mani rischia di andare nel vostro occhio

Meglio scegliere con quale iniziare e procedere sempre nello stesso ordine per non confondere le due lenti a contatto.

Fare molta attenzione che la lenti a contatto non sia rovesciata, basta osservarla sulla punta del proprio dito e se i bordi alla luce fanno riflessi ciò vuol dire che è al contrario.

Con la mano opposta a quella dove si tiene la lente si può tenere sollevata la palpebra superiore in modo da tenerla ferma durante l’inserimento, con un dito della stessa mano dove si trova la lente invece si abbasserà invece la parte inferiore dell’occhio.

Meglio appoggiare la lente nella parte bassa dell’occhio, possibilmente guardando verso l’altro per evitare il riflesso incondizionato di chiudere le palpebre quando la lente si avvicina.

Effettuata l’operazione si possono lasciare le palpebre delicatamente per permettere alla lente di mettersi al suo posto. Lo stesso identico passaggio si deve eseguire sull’altro occhio.

 

Fonte: www.contactalens.com