tecniche di impianto

Cosa sono gli impianti dentali

Gli impianti dentali sono delle strutture fisse composte da materiali resistenti all’usura del tempo, che restituiscono ai pazienti che hanno perso in parte o totalmente i denti naturali la funzionalità masticatoria e l’estetica.

L’implantologia dentale moderna può fregiarsi di tecniche estremamente all’avanguardia per risolvere in brevissimo tempo casi che in passato richiedevano mesi di lavoro e venivano a costare tanto.

Le tecniche di impianto fanno riferimento al carico immediato e alla tecnica all on four, che sfruttano in entrambi i casi l’inserimento dei perni direttamente nel parodonto senza eseguire incisioni, usare punti di sutura o creare grandi edemi e perdite di sangue.
La prerogativa dei moderni impianti dentali è infatti quella della procedure mininvasive, per ridurre al minimo i disagi al paziente e velocizzare al massimo le cure.

Gli impianti dentali a carico immediato

Il carico immediato indica evidentemente delle cure cliniche molto veloci riguardo all’inserimento degli impianti e al posizionamento delle protesi fisse provvisorie.
Il paziente che vuole rimpiazzare la perdita di alcuni denti potrà essere trattato con gli impianti inseriti nello spazio lasciato dal dente perduto e, nel caso sia passato diverso tempo, i fori dove alloggiare i perni vengono praticati in modo indolore con un trapano e quindi avvitati.

La forma a vite degli impianti è quella che garantisce la durata nel tempo e la stabilità che sopporta tutte le sollecitazioni durante la masticazione.
Il carico immediato permette di inserire gli impianti e posizionare le corone anche entro un’ora e il paziente può da subito masticare, parlare e sorridere senza alcuno disagio.

Gli impianti dentali all on four e all on six

La definizione “all on four” e “all on six” indica che un’intera arcata completamente priva di denti può essere soggetta al ripristino della funzione masticatoria ed estetica grazie all’inserimento di soli 4 o 6 impianti.

Il paziente, sempre sotto anestesia e sedazione cosciente, sarà trattato con lo stesso principio di mininvasività e dovrà attendere al massimo 24 ore per avere di nuovo denti fissi provvisori.

Il fatto che la protesi fissa sia provvisoria è dovuto al tempo necessario, compreso fra 3 e 6 mesi, perché gli stessi impianti possano definitivamente cementarsi con l’osso delle rispettive arcate.
Solo allora sarà possibile posizionare la protesi fissa definitiva che avrà una garanzia di 10 anni.

La durata degli impianti dentali dipende dalla cura che il paziente dovrà riservargli, con l’igiene dentale quotidiana e con i controlli che devono essere sempre effettuati presso il proprio dentista, che seguirà da vicino la salute della vostra bocca.
Con gli impianti dentali si può tornare ad avere un sorriso smagliante in pochissime ore, spendendo il giusto e con soddisfazione piena.