Qual è l’attrezzatura professionale di un dentista?

Un dentista, per poter svolgere il suo lavoro, utilizza svariate attrezzature e strumenti.
Alcuni tra questi sono utili per delle precise operazioni, in quanto vengono adoperati esclusivamente in caso di malattie. Invece altri tipi si utilizzano nel settore odontoiatrico come strumenti di base.
Successivamente avrete modo di conoscere entrambe le tipologie, mediante la descrizione riportata.

Gli attrezzi professionali usati da un odontoiatra

Il riunito odontoiatrico è assolutamente indispensabile nel settore lavorativo di un dentista, poiché intorno a esso si attua l’intera mansione dell’odontoiatra.
È costituito da una poltrona con lo schienale che si reclina, per far sedere il paziente durante la visita.
In questo modo il dentista può posizionare il paziente nel modo maggiormente idoneo, per permettergli di eseguire con facilità il suo lavoro.
Questa poltrona è divisa in due parti: il lato dell’operatore dove si può mettere l’odontoiatra e il lato dell’assistente, assegnato appunto al collaboratore del dentista. Quest’ultimo dal suo lato può disporre di diverse strumentazioni: la faretra che è il nominativo dell’unità sulla quale sono posizionati la turbina, la siringa aria/acqua e i manipoli.
La pulsantiera e la pedaliera sono associati alla faretra, consentendo di poter regolare e disporre le diverse funzionalità.
Inoltre dal medesimo lato si può trovare pure il porta tray, ovvero il vassoio sul quale sono messi gli attrezzi di tipo manuale.
Dall’altro lato, invece, chi assiste ha bisogno di avere a portata di mano strumenti come l’aspirasaliva, il contenitore per il bicchiere e la sputacchiera.
Oltre ciò dal suo lato è posizionato anche uno schermo, di grande utilità per poter disporre di un’ottima visuale, per quanto concerne il lato opposto in direzione del dentista e del paziente. Così in tal modo quest’ultimo può vedere la propria condizione dei denti, avendo anche l’opportunità di controllare il lavoro che gli viene eseguito sulla dentatura.

Gli strumenti basilari della faretra

I manipoli hanno un motore di piccole dimensioni e si usano per i movimenti igienici o, come opzione, andandoli a montare sulle punte abrasive, hanno un compito importante durante gli interventi.
La siringa è adoperata semplicemente per asciugare e lavare le zone della dentatura.
La turbina ha un movimento rotatorio ed è composta da un motore, che consente proprio di svolgere tale genere di rotazione.
Quest’attrezzo è utilizzato parecchio nei casi in cui determinati trattamenti odontoiatrici, necessitano una cura e una meticolosità particolari.

Altri tipi di strumenti

Durante l’attuazione dell’attività lavorativa, il dentista si serve pure di altre attrezzature che fanno sempre parte di quelle principali.
Per esempio tra queste sicuramente ci sono le pinze e le leve, indicate per quando l’odontoiatra deve eseguire un’estrazione.
Poi ci sono le frese e le spatole, di notevole utilità per la rimozione di elementi dentali e per quando bisogna prendere le impronte. Inoltre servono anche per il materiale utilizzato in caso di otturazioni.

Quali sono i sistemi usati per la diagnostica

Inclusi tra gli attrezzi di base che si possono trovare in uno studio odontoiatrico, ci sono strumenti valevoli per poter effettuare una diagnosi.
La lampada fotopolimerizzatrice si usa per svolgere tale compito, prettamente in presenza di carie. Ma serve pure per attribuire la durezza giusta al materiale scelto per fare le otturazioni e le protesi.
In aggiunta ci sono gli attrezzi d’ingrandimento, che fanno parte di quella strumentazione che il dentista impiega per rendere più grande la visuale lavorativa.
Il motore chirurgico ha una grande rilevanza, considerando che si usa per la preparazione del tessuto osseo, nel quale si procederà con la collocazione dell’impianto in titanio.
Infine il miscelatore automatico e il laser sono ulteriori mezzi strumentali che l’odontoiatra utilizza nella sua attività. Il primo dei due viene adoperato per un corretto dosaggio del materiale utilizzato per fare l’impronta.
Il secondo ha un ruolo fondamentale per quanto concerne l’attività nel settore diagnostico. Difatti è uno dei mezzi più efficienti per quanto riguarda la valutazione della presenza di carie.

I dispositivi per una protezione individuale

Nel corso di svolgimento dell’intero lavoro, sia l’operatore che chi assiste, devono essere protetti in modo adeguato per loro ma pure per il paziente.
Dunque devono indossare gli occhiali appropriati, i guanti e le mascherine. Così da garantire e tutelare la salute propria e della persona che stanno curando.