Emozioni negative, come eliminarle dalla nostra vita

Le emozioni negative

La vita ci riserva momenti che procurano una serie di emozioni aventi spesso carattere negativo. Molti sono in grado di gestire le sensazioni più buie, altri, invece, non sono capaci. Tutto dipende effettivamente dall’indole della singola persona, ma anche dalle esperienze passate.
Una cosa è certa: eliminare le emozioni negative significa ricominciare a vivere . Questo non vuol dire in alcun modo che i sentimenti negativi siano per forza fattori cattivi della nostra vita. Più frequentemente, però, sono agenti tossici all’interno della mente e di conseguenza della vita. Come controllare queste emozioni? Come condurre un sano controllo delle proprie emozioni? Scopriamolo insieme.

Come limitare o eliminare le emozioni negative

Emozioni negative, come eliminarle dalla nostra vita? Non è di certo un’azione banale da effettuare. Alcuni, secondo il proprio carattere, hanno più facilità nel sbarazzarsi di sensazioni e pensieri invasivi. Altri, invece, faticano in particolar maniera. Prima di procedere alla completa eliminazione di questo uragano di emozioni spiacevoli, è necessario domandarsi quale sia la loro origine . Può essere semplicemente un periodo in cui tutto sembra andare storto, oppure può essere la propria indole tendente al pessimismo, come si può pensare anche alle proprie esperienze e i propri traumi vissuti.
Nell’ultimo caso è sempre consigliato di prendere appuntamento con uno psicoterapeuta in grado di effettuare una terapia personalizzata.
Tuttavia, vi sono alcuni consigli utili per provvedere a queste fastidiose emozioni negative. Il primo riguarda soprattutto i nostri pensieri. Spesso accade che sia la nostra mente a convincerci che le emozioni provate siano necessariamente cattive. Bisogna, dunque, capire quando si sentono pensieri invasivi e rimuginativi . Un pensiero che vaga all’interno della nostra mente, in realtà, non esiste. Per questo motivo è innocuo. Dargli troppo peso vuol dire nutrirlo fino a farlo diventare un’ossessione. Si mostra importante accettarlo così come viene , per poi ignorarlo e non dargli ascolto, seppur complicato.
Un altro modo per liberarsene, concerne lo sfogo personale. Parlare dei sentimenti provati con le persone su cui si ripone fiducia, ricopre un ruolo fondamentale nella cura di queste emozioni. Non bisogna temere il giudizio di chi ci ama davvero, anzi. Parlare e liberarsi da ciò che si ha dentro è un’azione veramente importante. Non è sicuramente immediata, ma man mano che si tenta si vedranno risultati incredibili.
Inoltre come si accettano i pensieri invasivi, vanno indubbiamente accettate anche le emozioni negative. Sentire sensazioni “brutte” ci spaventa. La paura, in questo caso, non ha senso di esistere. Le emozioni ci permettono di farci capire che siamo vivi e non vanno allontanate o rifiutate, o si presenteranno in maniera sempre più aggressiva.
Accettare di provare emozioni spiacevoli è la chiave: solo così si riuscirà ad eliminare tutta la negatività della propria vita facendo spazio anche alle sensazioni positive.
Si consiglia anche di abbinare l’accettazione delle emozioni negative allo svolgimento di attività di proprio interesse. Lo sport, l’arte, la scrittura, una semplice camminata, il ballo, il canto e qualsiasi altra attività che ci procuri benessere.
L’insieme di questi suggerimenti porterà a controllare ed eliminare, con il tempo dovuto, le emozioni negative dalla nostra vita.
Si ribadisce che non è sempre semplice: è necessario attrezzarsi di pazienza e volontà. Il resto vien da sè.

Vivere la vita con serenità: se lo si vuole davvero è possibile

Quindi sì, è assolutamente fattibile vivere con pace e serenità, senza farsi abbattere da tutto ciò che è negativo. Non appena si impara a gestire le emozioni negative e ad allontanarle dopo averle comprese ed accettate, la visione della vita cambierà radicalmente. Si farà spazio all’ottimismo e alle sensazioni positive, con il giusto connubio tra emozioni spiacevoli e realtà.